di Guido Pesci
Pedagogista Clinico®  

La ricerca scientifica ha rappresentato e rappresenta per la Pedagogia Clinica un fondamentale impegno con significativi successi accertati dalla verifica degli operatori e dei destinatari degli interventi di aiuto. Grande è il numero dei nuovi metodi e delle tecnologie emergenti per le tante strategie che comprendono i vantaggi ricavati e in positivo gli scenari futuri che muovono su finalità migliorative e obiettivi per ridurre ogni limite alla cura promossa con interventi personalizzati sempre più appropriati alle esigenze specifiche. Per ottenere questi successi e muovere su queste prospettive la Pedagogia Clinica trova nel Centro di Ricerca Scientifica dell’ISFAR un’insostituibile opportunità di eccellenza per mantenere una produttività di assoluto rilievo in un’area scientifico-disciplinare e professionale, qual è quella della Pedagogia Clinica , che richiede una progettualità assai complessa e costante soddisfatta con ingenti mezzi finanziari e un alto numero di risorse umane. La ricerca è stata premiata con nuovi metodi, tecniche e strumentari protetti da marchio, da brevetto e copyright con cui è stata sostanziata la disciplina in maniera sempre più ispessita da contenuti sostenuti in teoria e prassi. L’Associazione Nazionale Pedagogisti Clinici (ANPEC) trova nella ricerca la reale occasione per garantire e qualificare il livello professionale e formativo, lo sviluppo della conoscenza, dei saperi e dell’esperienza professionale del Pedagogista Clinico® e trae da questa efficacia, una processualità conveniente alla pratica e all’immagine professionale. Il progressivo sviluppo della ricerca ha potenziato ampiamente nuovi metodi, linguaggi, tecniche e tecnologie protetti da marchi e da brevetti, e verificata sul campo la validità nell’integrare potenzialità, abilità e disponibilità. Per il professionista la ricerca è garanzia per utili risposte da dare ai molteplici bisogni dell’individuo, garantirsi riconoscimenti e plausi per le risposte che riesce a dare, ingente risorsa in difesa e valorizzazione della propria professione e matrice di progresso collettivo e sociale. L’ISFAR, consapevole di cosa significhi per il sociale dispiegare capacità professionali, energie e talenti, mantiene attivo questo vantaggioso rinnovamento scientifico-culturale per la collettività.

error: Contenuto protetto !!